• Menu
  • Menu
Escursione in val Tassobbio: il Castello di Sarzano

TREKKING IN VAL TASSOBBIO: DA CORTOGNO AL CASTELLO DI SARZANO

Quanto è bello passeggiare nel bosco lungo le sponde di un placido torrente? E se il percorso raggiungesse addirittura un castello? Oggi ti porto al Castello di Sarzano.

Faremo insieme un’escursione leggermente impegnativa ad anello, ma di grande soddisfazione. Che mescola Storia e Natura.

E che segue il corso del torrente più bizzarro della provincia reggiana. Il torrente Tassobbio, infatti, è l’unico che scorre un po’ al contrario: da Est a Ovest invece che da Sud a Nord!

Il percorso purtroppo non ha una variante breve, adatta ai più piccoli. Ma cercherò di proporti alcune alternative che vadano bene anche per loro.

Pront* a seguirmi alla scoperta?!

Escursione al Castello di Sarzano: i dati tecnici

  • Punto di partenza: Mulino di Cortogno | Casina (RE)
  • Tappa intermedia: Castello di Sarzano | Casina (RE)
  • Sentieri: CAI 650, CAI 650A, SM (Sentiero Matildico del Volto Santo), CAI 650
  • Lunghezza: 9,5 km (anello)
  • Dislivello: +/- 200 m
  • Tempo di percorrenza (passo adulto): circa 2 h soste escluse
  • Punti ristoro: alla partenza e al Castello
  • Passeggino da trekking: no
  • Difficoltà: difficile
  • Note tecniche: il percorso non presenta particolari difficoltà se non la lunghezza e un unico tratto in decisa salita
  • Periodo migliore: tutto l’anno. Dopo piogge abbondanti la salita potrebbe risultare fangosa e difficilmente praticabile. In estate i tratti su asfalto potrebbero risultare molto assolati.
Lungo il torrente Tassobbio fino al Castello di Sarzano

Il percorso di andata: dal Mulino di Cortogno al Castello

L’escursione inizia al Mulino di Cortogno: in auto, dal centro del borgo, prendi la strada che scende al torrente, seguendo le indicazioni per l’Agriturismo.

Lascia l’auto a bordo strada accanto al tavolo da pic-nic e procedi seguendo le indicazioni per il CAI 650, direzione Mulino di Cortogno – Casina – Castello di Sarzano.

Il percorso inizia molto piacevole: pianeggiante, costeggiando sempre il torrente Tassobbio e passando da una sponda all’altra attraverso una serie di ponticelli di legno.

Proprio per questo motivo, questa prima parte è molto divertente e adatta ai bambini.

Per loro, si può pensare ad una semplice passeggiata di un paio di chilometri andata e ritorno magari in abbinamento ad un pranzo proprio all’Agriturismo Mulino di Pietra, di cui ti ho parlato in questo articolo. Nell’articolo troverai spiegata anche la storia del torrente Tassobbio.

Tornando al percorso ad anello, invece, dopo circa 3,5 km troverai un bivio: entrambe le direzioni indicano Castello di Sarzano.

Il sentiero che entra nel bosco sulla sinistra (CAI 650A) sarà il percorso di andata, mentre il sentiero che prosegue dritto lungo Tassobbio sarà il percorso del ritorno.

Il sentiero CAI 650A si inerpica molto ripido nel bosco, con un dislivello di 150 m in poco più di 1 km. Sarà una salita un po’ faticosa, ma ti assicuro molto breve.

In più, in questi giorni di Primavera, il percorso è completamente ricoperto di primule ed erba trinità addolcendo la salita. Ti sconsiglio di usare questo sentiero come ritorno perché la discesa potrebbe risultare troppo ripida.

Il sentiero, infine, sbuca quasi subito sulla Provinciale 11 all’altezza del Santuario della Beata Vergine del Carrobbio. Continua su asfalto, tieni la destra e prendi la strada in salita che conduce in breve al Castello di Sarzano.

Il Castello di Sarzano: la visita

Castello di Sarzano a Casina

Quello di Sarzano è uno dei più antichi castelli medievali dell’Appennino reggiano, fondato probabilmente prima dell’anno 1000 dal progenitore di Matilde di Canossa.

La sua posizione era molto strategica: sulla cima di un monte a controllo del valico e lungo un’importante strada di commercio: la via Matildica del Volto Santo, che collegava Mantova a Lucca.

Durante l’età moderna, il castello cambiò spesso proprietario, a volte anche a seguito di assedi e battaglie. Oggi il castello è di proprietà di una famiglia di Marchesi.

La curiosità a riguardo è che il titolo di Ultimo Marchese di Sarzano è da attribuire all’attore britannico Christopher Lee, noto per il suo ruolo di Saruman nel Signore degli Anelli!

Alla fine del ‘900, il castello è stato sottoposto ad un restauro che l’ha riportato alla sua veste seicentesca.

Ciò che resta oggi del castello originale sono il mastio e la torre campanaria, la chiesa di S. Bartolomeo e alcuni ambienti del borgo adibiti ad ostello e ristorante.

Il castello è aperto tutti i weekend per le visite. Per info e prenotazioni, visita la pagina ufficiale dei Castelli del Ducato.

Il percorso di ritorno passando da Casina

Sentieri Partigiani nell'Appennino reggiano

Una volta visitato il castello e osservato il meraviglioso panorama sulla Pietra di Bismantova e il crinale reggiano, prosegui l’escursione seguendo le indicazioni per il CAI 650 direzione Casina – Mulino di Cortogno.

L’inizio del percorso si trova proprio di fronte alla scalinata che porta al Mastio.

Dopo una breve discesa su prato, ti troverai su strada asfaltata: segui le indicazioni e all’incrocio della pista di atterraggio dell’elisoccorso, prosegui dritto in via Alighieri.

Questo tratto di percorso coincide con l’inizio del Sentiero Partigiano n. 3. Rientrat* nel bosco, al bivio tieni la sinistra e in breve sarai di nuovo a lato del Tassobbio all’altezza di una cascatella.

Da qui il percorso continua pianeggiante, in leggera discesa, e sempre con la sequenza di ponticelli in legno che attraversano il corso del torrente.

Circa a metà strada, ritroverai il prato con il bivio dell’andata e percorrerai l’ultimo tratto sullo stesso tracciato.

Passeggiata con bambini in val Tassobbio

Anche questo lato di percorso sarebbe molto adatto ai bambini per la costante presenza dell’acqua.

Purtroppo però non c’è modo di arrivare al castello da questo percorso se non facendo tutti e 5 i km dal Mulino di Cortogno.

Quindi se vuoi visitare il castello con i bambini puoi pensare di parcheggiare a Casina nei pressi dell’elisoccorso e di fare due tappe:

una fino al castello per la visita e la seconda fino alle sponde del Tassobbio per una passeggiata andata e ritorno.

Sei mai stato al Castello di Sarzano? Conosci altri castelli in regione? In questo articolo ti porto al Castello di Bardi.

Mentre se cerchi un’altra escursione in val Tassobbio, leggi l’articolo sulla Cascata del Tassaro.

Buon Cammino!

Terry

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.