• Menu
  • Menu
Panchine giganti in Emilia

PANCHINE GIGANTI IN EMILIA: IL MAGNIFICO SPETTACOLO DELL’APPENNINO

Possiamo dirlo: quest’anno è scoppiata la panchine giganti mania anche in Emilia!

Sarà che nel corso dell’estate ne sono state inaugurate ben 4. Sarà l’emozione di salirci sopra e sentirsi piccoli a costretto della Natura.

Di certo quello che possiamo constatare è che le Big Bench sono luoghi facilmente accessibili che permettono di scoprire scorci davvero unici sulle nostre amate montagne.

Ed allora seguiteci alla scoperta delle 5 panchine giganti in Emilia che abbiamo visitato!

01. Panchina gigante del Monte Fosola

La panchina gigante sul Monte Fosola

La prima panchina gigante emiliana, inaugurata nel 2018. Si trova in un punto davvero panoramico che permette una vista strepitosa sulla Pietra di Bismantova e su tutto l’Appennino reggiano.

La panchina rossa si raggiunge da Felina, seguendo le indicazioni per l’Agriturismo Ca’ Barucca.

Lasciata l’auto nel piccolo parcheggio, in una ventina di minuti di salita in un bosco di castagni sarà possibile raggiungere il bellissimo prato con vista su cui è posizionata la panchina.

Se volete sapere di più su questa escursione vi invito a leggere l’articolo specifico che ho scritto a inizio estate.

02. Panchine giganti in Emilia: Baiso

Una delle panchine giganti in Emilia: Baiso

La seconda panchina gigante che abbiamo raggiunto è quella di Baiso.

Lasciata l’auto in via Castello, raggiungiamo la panchina in circa una mezz’oretta di cammino su sentiero nel bosco.

La panchina arancione affaccia sulla valle del Secchia: durante la nostra escursione il cielo era molto nuvoloso, ma nelle giornate più limpide la vista spazia su tutto l’Appennino modenese fino al Monte Cimone.

In direzione opposta invece avrete la possibilità di raggiungere con lo sguardo anche i ponti reggiani di Calatrava.

03. Panchina gigante di Castellarano

Panchina gigante di Castellarano

La panchina granata si trova oltre il paese, in direzione S. Valentino.

Lo spazio per lasciare l’auto è davvero limitato, a bordo strada, a fianco delle ultime case di via Barcaroli.

Da qui una strada sterrata in costante salita ci conduce in una decina di minuti al punto panoramico sul monte Malee.

La vista sulle colline e sull’Appennino è incredibile. Un binocolo gigante indirizza il nostro sguardo verso i punti salienti:

la torre Ghirlandina nel centro di Modena, il monte Cimone, il monte Cusna e tutta la vallata del Secchia.

Da qui, sulla destra, una breve passeggiata sali e scendi su sterrato conduce all’Agriturismo S. Valentino dove potrete gustare ottimi piatti tipici reggiani.

04. Panchina gigante di Prignano sulla Secchia

Panchina gigante di Prignano sulla Secchia

La più giovane delle panchine giganti in Emilia, inaugurata nell’Agosto scorso, si trova appena sopra il centro abitato di Prignano.

Seguendo le indicazioni per via del Monte e lasciata l’auto a bordo strada, è possibile raggiungere la panchina con una breve passeggiata di una decina di minuti.

La panchina blu anche in questo caso si staglia su un bellissimo prato con vista 360 gradi sull’Appennino reggiano e modenese.

Il monte Valestra, che abbiamo visitato tempo fa e di cui vi parliamo qui, ci saluta imponente.

05. Panchina gigante di Ligonchio

La panchina gigante fucsia montanara. L’unica che non siamo ancora riusciti a visitare.

Vi si accede dal centro del paese di Ligonchio, salendo per un sentiero nel bosco di circa una ventina di minuti.

Lungo il tragitto è possibile ammirare alcune installazioni e, una volta arrivati, troverete anche il Faro, il monumento agli Alpini caduti.

La mia amica Elisa, ci racconta di questa bellissima esperienza nel suo post di Instagram sulla sua pagina Giocovagando. Se siete curiosi di saperne di più, ecco il link:

https://www.instagram.com/p/CHDqjGVjFtC/?hl=it

Caccia alle panchine giganti: il passaporto

Big Bench Community Project

Le panchine giganti in Emilia fanno parte di un progetto internazionale chiamato Big Bench Community Project, inaugurato da Chris Bangle nel 2010.

La prima è stata inaugurata proprio in quell’anno a Clavesana, nelle Langhe, con l’intento di promuovere il territorio e la convivialità.

E di aiutare lo spettatore a cambiare prospettiva: a sentirsi un po’ piccoli e bambini davanti allo spettacolo della Natura.

Se volete saperne di più sul Big Bench Community Project vi lascio qui il link al sito ufficiale.

Per rendere questa caccia alla panchina ancora più divertente è stato creato anche un Passaporto.

Ogni panchina ha delle sedi (bar e ristoranti della zona) in cui è possibile richiedere il passaporto delle Big Bench sul quale verrà posto un timbro per ogni panchina visitata.

Panchine giganti: anche con passeggino?

Panchine giganti: piacevoli passeggiate nella natura

La risposta è solo alcune. Noi abbiamo usato il passeggino da trekking durante la visita alla panchina gigante di Fosola, ma la salita è a tratti davvero ripida e faticosa per chi spinge.

Stesso discorso vale anche per quella di Castellarano: pur trattandosi di un tratto molto breve, la salita, spingendo il passeggino, risulta davvero impervia, ma fattibile. Non è però possibile proseguire in passeggino fino all’Agriturismo di cui vi ho parlato sopra.

Le altre tre panchine, invece, non sono raggiungibili con passeggini: tutte infatti presentano alcuni tratti con forti sali e scendi a gradoni o sentieri molto stretti e inadatti.

Per le due che abbiamo visitato noi, Prignano sulla Secchia e Baiso, il tragitto è talmente semplice e breve che basterà un marsupio ergonomico per i piccolissimi o le spalle di un genitore per i più grandi in un momento di stanchezza.

Alla scoperta delle big bench emiliane

Allora siete curiosi di iniziare la vostra caccia alle panchine giganti in Emilia? Ne avete già visitatata qualche d’una? Ne conoscete altre in altre regioni? Raccontatecelo nei commenti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *