• Menu
  • Menu
grotte di castelcivita

GROTTE DI CASTELCIVITA: PICCOLI ESPLORATORI AL CENTRO DELLA TERRA

Eccoci con l’appuntamento di Agosto di #amiciallavventura. Oggi Marilù e la sua famiglia ci portano in Cilento alla scoperta del mondo sotterraneo delle Grotte di Castelcivita.

La curiosità dei bambini è la porta per le avventure più emozionanti. “Possiamo andare al centro della Terra? Chissà com’è!”

Un mondo fatto di cascate di polvere di stelle, drappeggi misteriosi e giardini in cui avvistare animali fantastici.

Scopriamo insieme il mondo segreto delle Grotte di Castelcivita!

La storia delle Grotte

Chiamate anche grotte del Diavolo o grotte di Spartaco, le grotte di Castelcivita sono un complesso di cavità carsiche sotterranee che si snoda tra il fiume Calore ed il massiccio dei Monti Alburni, in provincia di Salerno.

Lungo i circa 4800 metri di lunghezza si possono ammirare veri e propri percorsi scavati dall’azione erosiva dell’acqua. Sale immense, stretti cunicoli, gallerie e laghi sotterranei.

Grotte di Castelcivita in Cilento

Già gli uomini primitivi avevano abitato le Grotte: al loro interno infatti sono stati ritrovati reperti in pietra e ossa di vari animali risalenti al Paleolitico.

Le grotte furono scoperte per caso nel 1889 da due abitanti del vicino paese di Controne. I due fratelli rimasero bloccati al loro interno per 6 giorni prima di essere soccorsi.

L’esplorazione vera e propria e la mappatura delle grotte avvenne circa 30 anni più tardi. Da allora le grotte accolgono i propri visitatori.

La nostra esperienza

Muniti di caschetto e lucina ci avviciniamo ad una grande apertura nella roccia, dove ci aspetta una guida pronta a farci vivere un’esperienza che non dimenticheremo facilmente.

Proprio come veri esploratori all’avventura, siamo condotti attraverso gallerie suggestive e ampi spazi, sale dai nomi curiosi e stravaganti. La sala degli ortaggi, la sala del deserto e la sala degli elefanti.

Le torce illuminano formazioni carsiche dalle forme bizzarre. Fanno scintillare le stalagmiti ai nostri piedi e le impertinenti stalattiti che pendono dal soffitto con le loro goccioline d’acqua che ricordano piccole perle.

Ci sentiamo catapultati in un mondo fantastico. Come in un giungla sotterranea avvistiamo conigli, tartarughe, mammut, cani, cipolle, limoni, ma anche castelli e un presepe.

Ci ritroviamo ai piedi di maestose colonne colorate che sorreggono la volta di una cattedrale.

In un’aria fresca e piacevole, la guida ci racconta di come tutte queste meraviglie che ci stanno incantando siano state create da un unico elemento tanto semplice e comune: l’acqua!

Visitare le Grotte di Castelcivita

Per scoprire le grotte si possono scegliere vari percorsi:

  • Percorso Turistico: lungo circa 1 km e percorribile in circa un’ora. Adatto ai bambini.
  • Percorso Amatoriale: lungo circa 3 km e percorribile in circa 3 ore.
  • Visita al buio: si percorre il percorso turistico muniti di casco e lucina. È la visita che abbiamo scelto noi.
  • Geoesperienza: un percorso multisensoriale per avventurosi lungo un ramo delle Grotte finora mai aperto al pubblico.

Il tratto terminale delle grotte è accessibile soltanto agli speleologi.

Per informazioni su costi ed orari visitare il sito ufficiale. E’ possibile prenotare anche telefonicamente o tramite email.

Fino al 2019, le grotte ospitavano numerosi eventi. Il più suggestivo è stato sicuramente la rappresentazione dell’Inferno di Dante.

Ultimi consigli utili

  • Il percorso turistico e la visita al buio sono adatti ai bambini. Data la presenza di alcune rampe di gradini, il percorso non è adatto ai passeggini.
  • La temperatura all’interno delle grotte è di 18°C, costante tutto l’anno. È quindi consigliabile portare con sé una felpa.
  • Inoltre, visto il fondo scivoloso ed irregolare del percorso, è consigliabile indossare scarpe da trekking o comunque a suola non liscia.
  • Durante la visita al buio chiedete alla guida di spegnere le torce per alcuni secondi: avrete una sensazione unica, indescrivibile ed indimenticabile.
  • Proprio accanto all’ingresso delle grotte c’è un ristorante in cui poter mangiare piatti tipici cilentani (il fagiolo di Controne è imperdibile!).
Grotte di Castelcivita con bambini

Per concludere la giornata vi consigliamo di abbinare una divertente esperienza di rafting. I ragazzi della T&P vi condurranno in un’escursione originale, adatta anche ai bambini, all’urlo del loro motto: “Vivi la tua avventura!

Marilù e famiglia: conosciamoli meglio!

Marilù, Alessio, Alessandro e Gabriele: appassionati di Natura e Castelli.

Marilù ama scoprire nuovi luoghi attraverso gli odori, i sapori e le tradizioni, coinvolgendo tutta la famiglia. Alessio è ingegnere nel midollo: conoscitore del mare e della montagna, ha scoperto di avere un grande spirito di adattamento.

Alessandro è un dodicenne che adora costruire Lego fuori dagli schemi. Coccolone ed ingegnoso, non può fare a meno del pollo al curry. Gabriele, 9 anni, è un birichino dagli occhi dolci con una grande passione per i pirati da quando aveva un anno e mezzo.

Siete pronti a scoprire l’affascinante mondo sotterraneo delle Grotte di Castelcivita?

Cercate un altro luogo originale per bambini in Italia? Leggete del Giardino dei Tarocchi in Toscana: un parco artistico davvero unico nel suo genere!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *