• Menu
  • Menu
Ricetta Erbazzone Reggiano

LA RICETTA DEL NOSTRO ERBAZZONE REGGIANO

Eccoci ad un nuovo appuntamento con le ricette di piatti semplici da cucinare con i bambini. Questa settimana vi propongo una specialità della mia città: la ricetta dell’Erbazzone Reggiano.

La ricetta che troverete scritta qui non è quella tradizionale reggiana, ma una rivisitazione leggera (senza strutto), volendo vegetariana e più rapida da preparare dell’originale.

I bambini adoreranno preparare e mangiare questo piatto davvero speciale!

Grembiule in vita e si cucina!

Ricetta dell’Erbazzone Reggiano: ingredienti

Per la pasta:

  • 300g di farina 0
  • 150ml d’acqua
  • 30ml d’olio EVO

Per il ripieno:

  • 700-800g di bietole o spinaci
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
  • pancetta a cubetti
  • mezza cipolla
  • uno spicchio di aglio
  • un uovo
Ingredienti per l'Erbazzone Reggiano

Procedimento

Iniziamo impastando insieme la farina, l’acqua e l’olio in una ciotola. Mescoliamo i tre ingredienti con le mani fino ad ottenere una pallina di pasta.

Trasferiamo la pallina sul tagliere e continuamo a menarla finché non otteniamo un impasto omogeneo, elastico e liscio.

Ora avvolgiamolo nella pellicola e lasciamolo riposare almeno mezz’ora.

Ricetta dell'Erbazzone Reggiano: l'impasto

Nel frattempo, puliamo le bietole, togliendo la parte di gambo più dura e mettiamoli a cuocere in una padella con uno spicchio d’aglio, il trito di mezza cipolla e un po’ di olio.

Una volta cotte, scoliamo leggermente le bietole e frulliamole con un minipimer. Mentre nella padella usata in precedenza facciamo soffriggere la pancetta.

Uniamo i due ingredienti in una casseruola, aggiungiamo un uovo e abbondante Parmigiano Reggiano grattugiato e mescoliamo il composto.

Ora è il momento di stendere la pasta: per uno stampo di circa 25 cm, tagliamo a metà la pallina. Spargiamo un po’ di farina sul tagliere e sul mattarello e iniziamo a stendere la pasta nelle diverse direzioni.

Ricordate che per l’Erbazzone Reggiano la pasta non deve diventare troppo sottile.

Qui potete scegliere: potete stendere l’altra metà di pasta e usarla come coperchio o conservare la pallina impellicolata in frigo anche per uno/due giorni e usarla per fare delle buonissime piadine casalinghe.

A questo punto non ci resta che prepararci all’assemblaggio: ungiamo la teglia con olio di semi, adagiamo la pasta e la foriamo con una forchetta, lasciando un po’ di bordo esterno che andremo a ripiegare sul composto.

Versiamo il ripieno stendendolo in modo omogeneo e copriamolo con o uno strato di pasta o una serie di striscioline.

Siamo pronti ad infornare il nostro Erbazzone Reggiano a 180° per circa 30 minuti.

Cucinare con i bambini

Erbazzone Reggiano: attività per i bambini

Impastare è uno dei momenti di cucina più emozionanti per i bambini: immergere le mani negli ingredienti, mescolarli e trasformarli in qualcosa di nuovo.

Anche stendere la pasta gli darà molta soddisfazione: attrezzatevi con un piccolo tagliere e un piccolo mattarello e consegnate loro una piccola pallina di pasta

Generalmente noi usiamo le striscioline prodotte da Nicolò per coprire l’Erbazzone a mo’ di crostata, anche se secondo la ricetta tradizionale bisognerebbe chiuderlo completamente con un altro strato di pasta.

Un’altra immancabile attività è quella di mescolare il ripieno col cucchiaio: i più grandicelli potranno anche aiutare a versare il ripieno sulla pasta e a stenderci sopra le striscioline.

Conoscevate già la ricetta dell’Erbazzone Reggiano? Pronti per cucinare questo immancabile piatto della cucina Reggiana?

Se cercate altre specialità da cucinare con i bambini, ecco la nostra ricetta delle crocchette di verdure.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *